Varie

Diritti umani negati in Arabia Saudita? Per tutto il resto c’è il Sacharov

L’Arabia saudita ricopre il singolare e ambiguo ruolo di essere un amico storico dell’Occidente e al tempo stesso, come ci stiamo rendendo conto troppo tardi, il vaso di Pandora di molti dei nostri problemi. Proprio ad un blogger saudita, Raif Badawi, Il Parlamento europeo ha consegnato il 16 dicembre il Premio Sacharov per la libertà di pensiero 2015. Ritenuto colpevole ...

Continua a leggere »

Quando un sogno si trasforma in incubo: salviamo le Maldive dall’ISIS (e dal wahhabismo)

Se dico Maldive, cosa ci viene in mente? Suppongo a voi, come a me, una distesa di spiagge bianchissime, un paradiso tropicale nell’Oceano Indiano che magari i più fortunati di noi riescono a vedere non solo in foto, e che per gli altri resta invece un Paese da sogno. Chi, invece, assocerebbe il nome di questo arcipelago tropicale con quello ...

Continua a leggere »

Migranti contro petrolio: il patto scellerato Italia-Malta e le ipocrisie del governo Renzi

Libia, Malta, Italia: una triangolazione ambigua e pericolosa, in un Mediterraneo attraversato da un flusso continuo di migranti disperati. Ancora più ambigua e pericolosa quando spuntano fuori, inaspettatamente, evidenze di un accordo sulla pelle dei migranti stessi in nome di grandi interessi economici e dei comodi di uno o più governi. E sospetti di indicibili, quanto imbarazzanti intese sottobanco per ...

Continua a leggere »

Diritti LGBT negati in Ucraina, tra “visti” e “sviste” di Bruxelles

Ancora una volta mi trovo a tornare sulla questione Ucraina e sui rapporti che l’Unione europea ha deciso di stabilire col discutibile esecutivo di Kiev. Lo faccio questa volta a partire da un fatto politico che getta una luce sinistra sui quei negoziati con Bruxelles che, secondo quanto immaginato dai vertici dell’Unione, avrebbero dovuto portare alla rapida concessione del visto ...

Continua a leggere »

PMI Tour: tutte le azioni concrete del M5S in Italia e in Europa

Eccoci alla tappa conclusiva del PMI Tour, per raccontare insieme un anno passato in giro per l’Italia ascoltando e raccogliendo i problemi e le esigenze dei nostri imprenditori.  Fondi europei, Piccole e Medie Imprese, TTIP: abbiamo illustrato tutte le azioni concrete intraprese dal MoVimento 5 Stelle in Italia e in Europa. Nel mio intervento ho parlato dei fondi europei e ...

Continua a leggere »

No all’austerità, sì alla democrazia!

Il popolo greco oggi, con una scelta netta e coraggiosa, ha riportato la democrazia in Europa: dopo anni di imposizioni calate dall’alto, di sacrifici insensati imposti ai popoli del Mediterraneo, finalmente è stata restituita la parola ai cittadini! E hanno detto NO. Rilanciando il sogno di un’Europa sociale, più democratica e vicina ai cittadini. Chi, come il PD, prometteva in ...

Continua a leggere »

Liberté, égalité, fraterni… che?

Proprio 30 anni fa cominciavano i lavori che avrebbero portato agli accordi di Schengen: abbattere le frontiere e consentire il libero passaggio dei cittadini era il modo per cambiare l’Europa e segnare un nuovo corso, non fatto da conflitti fratricidi ma di libertà ed unione. Era il punto di inizio per il quale si passava dall’essere cittadini nazionali a cittadini ...

Continua a leggere »

Diamo un calcio al calcio corrotto

Calciopoli, le scommesse, le intercettazioni, arbitri e i maggiori dirigenti delle società di calcio corrotti che manovravano il campionato. Sembrava che il peggio fosse superato e invece la notizia dei giorni scorsi è ancor più grave: un blitz a Zurigo, 7 persone arrestate, un sistema di corruzione che riguardava diritti televisivi e assegnazione dei mondiali di calico: è la FIFA ...

Continua a leggere »

Genocidio: il crimine dei crimini

Stamattina, 23 aprile 2015, sono intervenuto al Forum mondiale dal titolo “Contro il crimine del genocidio” che si sta tenendo in questi giorni a Yerevan, in Armenia, in occasione del centesimo anniversario del genocidio armeno. Ecco il testo del mio discorso: Eccellenze, cari colleghi e soprattutto cari amici, è mia abitudine cominciare i discorsi che mi toccano più profondamente partendo ...

Continua a leggere »

#Stragedimigranti

Mentre l’Europa osservava il solito inutile e ipocrita minuto di silenzio, noi portavoce del MoVimento 5 Stelle eravamo in piazza a depositare 700 simboliche barchette di carta, per ricordare ai Governi europei che sulle barche (quelle vere) si muore. Fuori a manifestare insieme a noi c’erano i rappresentanti di diverse ONG che portavano cartelli con scritto “We are not dangerous. ...

Continua a leggere »