domenica , 28 maggio 2017
  • AL LAVORO PER UN'EUROPA A 5 STELLE:

    AL LAVORO PER UN'EUROPA A 5 STELLE:

    SE NON CE LA FARANNO SOGNARE
    NOI NON LI FAREMO DORMIRE!

  • UN OBIETTIVO ALL'ORIZZONTE:

    UN OBIETTIVO ALL'ORIZZONTE:

    CAMBIARE IL NOSTRO PAESE
    PER NON CAMBIARE PAESE!

  • MOVIMENTO 5 STELLE:

    MOVIMENTO 5 STELLE:

    UNA COMUNITÀ DI CITTADINI
    PER TUTTI I CITTADINI

  • IL NOSTRO MEDITERRANEO:

    IL NOSTRO MEDITERRANEO:

    NON UN FOSSATO MEDIEVALE
    MA UN PONTE DI CIVILTÀ

  • NO A TECNOCRAZIA E AUSTERITÀ

    NO A TECNOCRAZIA E AUSTERITÀ

    SÌ A DEMOCRAZIA E SOLIDARIETÀ

  • NOI PORTAVOCE M5S:

    NOI PORTAVOCE M5S:

    DALL'EUROPA AI TERRITORI,
    UNA SQUADRA CHE FA RETE

  • LORO NON MOLLERANNO MAI...

    LORO NON MOLLERANNO MAI...

    ...NOI NEMMENO!

  • NOI 17 A BRUXELLES: GRINTA, COERENZA E IMPEGNO.

    NOI 17 A BRUXELLES: GRINTA, COERENZA E IMPEGNO.

    RIPRENDIAMOCI IL SOGNO EUROPEO!

  • LA NOSTRA UNICA GUERRA:

    LA NOSTRA UNICA GUERRA:

    CONTRO POVERTÀ, DISUGUAGLIANZA,
    VIOLENZA E DISCRIMINAZIONE!

  • L'ONESTÀ TORNERÀ DI MODA:

    L'ONESTÀ TORNERÀ DI MODA:

    IN ALTO I CUORI!

  • SVEGLIATI EUROPA!

    SVEGLIATI EUROPA!

    IL MEDITERRANEO NON PUÒ
    PIÙ ESSERE UN CIMITERO!

  • IN PRIMA LINEA PER UN'INFORMAZIONE LIBERA

    IN PRIMA LINEA PER UN'INFORMAZIONE LIBERA

    PER SCELTE RAGIONATE E CONSAPEVOLI

  • CONFRONTO SEMPRE E A QUALUNQUE COSTO...

    CONFRONTO SEMPRE E A QUALUNQUE COSTO...

    ...MAI COMPROMESSI
    A QUALSIASI PREZZO!

giugno, 2015

  • Turchia: ergastolo per giornalista di opposizione

    turchia ergastolo

    In carcere a vita per aver raccontato la verità. In Turchia, nel 2015, succede. Un pm turco ha chiesto una condanna all’ergastolo per il direttore del quotidiano di opposizione Cumhuriyet, Can Dundar, minacciato dal presidente Recep Tayyip Erdogan dopo che venerdì aveva pubblicato le immagini di armi destinate a gruppi armati islamici in Siria a bordo di camion scortati da ...

    Continua a leggere »

maggio, 2015

  • Ciao Mario, le tue idee sono a prova di proiettile

    Mario_Piccolino

    Ciao Mario, Io purtroppo non ho avuto l’onore di conoscerti. Me l’ha tolto un uomo piccolo piccolo, che ti ha ingannato vigliaccamente per entrare nel tuo studio e spararti, senza remore né rimorsi. Per quel criminale eri solo una vittima come un’altra, un “lavoro” come un altro, in una società in cui, sempre più spesso, quando non si hanno argomenti ...

    Continua a leggere »
  • Diamo un calcio al calcio corrotto

    Calcio corrotto

    Calciopoli, le scommesse, le intercettazioni, arbitri e i maggiori dirigenti delle società di calcio corrotti che manovravano il campionato. Sembrava che il peggio fosse superato e invece la notizia dei giorni scorsi è ancor più grave: un blitz a Zurigo, 7 persone arrestate, un sistema di corruzione che riguardava diritti televisivi e assegnazione dei mondiali di calico: è la FIFA ...

    Continua a leggere »
  • Interrogazione su EXPO2015 e black bloc

    Black bloc EXPO Milano

    Quanto successo a Milano 10 giorni fa dimostra, se ancora ce ne fosse bisogno, l’ennesima indegna figura del nostro governo, in particolar modo nella figura del Ministro degli Interni Alfano. Uno scenario ampiamente preannunciato ma come sempre sottovalutato. Ho ritenuto pertanto opportuno presentare un’interrogazione parlamentare in merito al Consiglio europeo, ecco il testo: Venerdì 1 maggio u.s., in occasione dell’inaugurazione ...

    Continua a leggere »
  • I maggio, festa della disoccupazione

    I maggio disoccupazione

    Cosa c’era da aspettarsi da un Governo che, contravvenendo ad ogni elementare principio di logica, per combattere la disoccupazione, vara dei provvedimenti di legge finalizzati a rendere più facili i licenziamenti? Poche ore fa sono usciti i nuovi drammatici dati sull’occupazione. Con l’entrata in vigore a marzo del Jobs Act, voluto fortissimamente da Renzi e che di fatto ha cancellato ...

    Continua a leggere »

aprile, 2015

  • Preserviamo le Alpi Apuane

    Alpi apuane

    Ho presentato un’interrogazione alla Commissione Europea contro la devastazione delle Alpi Apuane e la distruzione di un ecosistema già compromesso, che va a tutti i costi preservato da abusi ed interessi privati. Ecco il testo: Nel 1997 la Regione Toscana ha costituito il Parco Regionale delle Alpi Apuane, per salvaguardare una risorsa naturale, ambientale, paesaggistica, ricca di biodiversità. Nel 2012 ...

    Continua a leggere »
  • Genocidio: il crimine dei crimini

    armenian genocide 2

    Stamattina, 23 aprile 2015, sono intervenuto al Forum mondiale dal titolo “Contro il crimine del genocidio” che si sta tenendo in questi giorni a Yerevan, in Armenia, in occasione del centesimo anniversario del genocidio armeno. Ecco il testo del mio discorso: Eccellenze, cari colleghi e soprattutto cari amici, è mia abitudine cominciare i discorsi che mi toccano più profondamente partendo ...

    Continua a leggere »
  • 100 anni per non dimenticare la lotta contro ogni genocidio: #Armenia

    armenia

    Vi scrivo da #Yerevan, in Armenia, dove sto partecipando al forum mondiale sul Genocidio. In un’Europa troppo spesso distratta, debole con i forti e forte con i deboli, preda della folle corsa al commercio a ogni costo e al “business as usual”, è importante ricordare che i nostri principi sono tali quando valgono sempre e non secondo convenienza. Per questo ...

    Continua a leggere »
  • #Stragedimigranti

    stragemigranti

    Mentre l’Europa osservava il solito inutile e ipocrita minuto di silenzio, noi portavoce del MoVimento 5 Stelle eravamo in piazza a depositare 700 simboliche barchette di carta, per ricordare ai Governi europei che sulle barche (quelle vere) si muore. Fuori a manifestare insieme a noi c’erano i rappresentanti di diverse ONG che portavano cartelli con scritto “We are not dangerous. ...

    Continua a leggere »
  • Genocidio armeno: conoscere per riconoscere ed essere coscienti

    genocidioarmeno-m5s-armenia

    Genocidio. Cento anni fa questa parola non esisteva neanche. Fu coniata da Raphael Lemkin solamente nel 1944. Per questo motivo il popolo armeno scolpì nelle parole Medz Yeghern, “grande male”, il dolore della sua tragedia. Poco importa se furono ottocentomila o più di un milione le vittime. Poco importa se furono più i morti per il freddo, la fame e ...

    Continua a leggere »