martedì , 25 aprile 2017
  • AL LAVORO PER UN'EUROPA A 5 STELLE:

    AL LAVORO PER UN'EUROPA A 5 STELLE:

    SE NON CE LA FARANNO SOGNARE
    NOI NON LI FAREMO DORMIRE!

  • UN OBIETTIVO ALL'ORIZZONTE:

    UN OBIETTIVO ALL'ORIZZONTE:

    CAMBIARE IL NOSTRO PAESE
    PER NON CAMBIARE PAESE!

  • MOVIMENTO 5 STELLE:

    MOVIMENTO 5 STELLE:

    UNA COMUNITÀ DI CITTADINI
    PER TUTTI I CITTADINI

  • IL NOSTRO MEDITERRANEO:

    IL NOSTRO MEDITERRANEO:

    NON UN FOSSATO MEDIEVALE
    MA UN PONTE DI CIVILTÀ

  • NO A TECNOCRAZIA E AUSTERITÀ

    NO A TECNOCRAZIA E AUSTERITÀ

    SÌ A DEMOCRAZIA E SOLIDARIETÀ

  • NOI PORTAVOCE M5S:

    NOI PORTAVOCE M5S:

    DALL'EUROPA AI TERRITORI,
    UNA SQUADRA CHE FA RETE

  • LORO NON MOLLERANNO MAI...

    LORO NON MOLLERANNO MAI...

    ...NOI NEMMENO!

  • NOI 17 A BRUXELLES: GRINTA, COERENZA E IMPEGNO.

    NOI 17 A BRUXELLES: GRINTA, COERENZA E IMPEGNO.

    RIPRENDIAMOCI IL SOGNO EUROPEO!

  • LA NOSTRA UNICA GUERRA:

    LA NOSTRA UNICA GUERRA:

    CONTRO POVERTÀ, DISUGUAGLIANZA,
    VIOLENZA E DISCRIMINAZIONE!

  • L'ONESTÀ TORNERÀ DI MODA:

    L'ONESTÀ TORNERÀ DI MODA:

    IN ALTO I CUORI!

  • SVEGLIATI EUROPA!

    SVEGLIATI EUROPA!

    IL MEDITERRANEO NON PUÒ
    PIÙ ESSERE UN CIMITERO!

  • IN PRIMA LINEA PER UN'INFORMAZIONE LIBERA

    IN PRIMA LINEA PER UN'INFORMAZIONE LIBERA

    PER SCELTE RAGIONATE E CONSAPEVOLI

  • CONFRONTO SEMPRE E A QUALUNQUE COSTO...

    CONFRONTO SEMPRE E A QUALUNQUE COSTO...

    ...MAI COMPROMESSI
    A QUALSIASI PREZZO!

aprile, 2015

  • Preserviamo le Alpi Apuane

    Alpi apuane

    Ho presentato un’interrogazione alla Commissione Europea contro la devastazione delle Alpi Apuane e la distruzione di un ecosistema già compromesso, che va a tutti i costi preservato da abusi ed interessi privati. Ecco il testo: Nel 1997 la Regione Toscana ha costituito il Parco Regionale delle Alpi Apuane, per salvaguardare una risorsa naturale, ambientale, paesaggistica, ricca di biodiversità. Nel 2012 ...

    Continua a leggere »
  • Genocidio: il crimine dei crimini

    armenian genocide 2

    Stamattina, 23 aprile 2015, sono intervenuto al Forum mondiale dal titolo “Contro il crimine del genocidio” che si sta tenendo in questi giorni a Yerevan, in Armenia, in occasione del centesimo anniversario del genocidio armeno. Ecco il testo del mio discorso: Eccellenze, cari colleghi e soprattutto cari amici, è mia abitudine cominciare i discorsi che mi toccano più profondamente partendo ...

    Continua a leggere »
  • 100 anni per non dimenticare la lotta contro ogni genocidio: #Armenia

    armenia

    Vi scrivo da #Yerevan, in Armenia, dove sto partecipando al forum mondiale sul Genocidio. In un’Europa troppo spesso distratta, debole con i forti e forte con i deboli, preda della folle corsa al commercio a ogni costo e al “business as usual”, è importante ricordare che i nostri principi sono tali quando valgono sempre e non secondo convenienza. Per questo ...

    Continua a leggere »
  • #Stragedimigranti

    stragemigranti

    Mentre l’Europa osservava il solito inutile e ipocrita minuto di silenzio, noi portavoce del MoVimento 5 Stelle eravamo in piazza a depositare 700 simboliche barchette di carta, per ricordare ai Governi europei che sulle barche (quelle vere) si muore. Fuori a manifestare insieme a noi c’erano i rappresentanti di diverse ONG che portavano cartelli con scritto “We are not dangerous. ...

    Continua a leggere »
  • Genocidio armeno: conoscere per riconoscere ed essere coscienti

    genocidioarmeno-m5s-armenia

    Genocidio. Cento anni fa questa parola non esisteva neanche. Fu coniata da Raphael Lemkin solamente nel 1944. Per questo motivo il popolo armeno scolpì nelle parole Medz Yeghern, “grande male”, il dolore della sua tragedia. Poco importa se furono ottocentomila o più di un milione le vittime. Poco importa se furono più i morti per il freddo, la fame e ...

    Continua a leggere »
  • Interrogazione sulla discarica di Colleferro

    Colleferro

    Ho presentato alla Commissione Europea un’interrogazione sullo smaltimento dei rifiuti nel Comune di Colleferro insieme ai miei colleghi Piernicola Pedicini, Marco Valli, Eleonora Evi e Dario Tamburrano. Questo il testo: Nel 1992 fu aperto il sito di stoccaggio provvisorio per RSU a Colleferro (RM), trasformato nel 1997 in discarica permanente e dichiarato nel 2005 sito di interesse nazionale emergenza ambientale (SIN) ...

    Continua a leggere »
  • #BringBackOurGirls, un anno dopo

    BringBackOurGirls

    Esattamente un anno fa venivano rapite in Nigeria 276 studentesse dai combattenti estremisti di Boko Haram. Per la loro liberazione si è mobilitato il mondo intero: l’hastag #BringBackOurGirls è stato diffusissimo sui Social. Queste ragazze sono solo il caso più emblematico di una situazione drammatica che si sta vivendo oggi in Nigeria. Le grandi sfide che bisogna fronteggiare si chiamano ...

    Continua a leggere »
  • Il collasso dell’Ucraina e la cattiva coscienza dell’Europa

    LC_Podium_3mrt_WEB

    Carissimi, vi invito tutti a leggere con estrema attenzione questo articolo de Il Fatto Quotidiano sull’attuale catastrofe economica che incombe sull’Ucraina. È un quadro che, purtroppo, corrisponde in modo concretamente agghiacciante alla realtà. La realtà di un’amministrazione da tempo non più in grado di svolgere il proprio ruolo. Di un’economia in ginocchio e sull’orlo del default che si indebita per ...

    Continua a leggere »
  • Io non ho paura: ‪#‎jesuistunisien‬

    Bardo corona di fiori

    Tunisi, 07 aprile 2015. Museo Bardo. Qualche mese fa, poco dopo la fine della missione di osservazione elettorale, visitai questo palazzo, un tempo residenza del Bey di Tunisi, oggi una meravigliosa raccolta che testimonia millenni di scambi tra le due rive del Mediterraneo. Fino a poco tempo fa era nota agli appassionati di archeologia per essere la più grande collezione ...

    Continua a leggere »
  • Nigeria 2015: Elezioni democratiche… e lezioni di democrazia.

    Nigeria

    Nigeria, marzo 2015. Seduto su un marciapiede dissestato e polveroso di Abuja ho respirato il vento caldo di quest’angolo tormentato d’Africa. È un vento che sa di tanti odori, quello che si respira in questo Paese dai mille contrasti: si sente l’inizio della primavera, mischiato all’odore pungente e dolciastro del petrolio… qualche oligarca corrotto preferisce associarlo al profumo sporco dei ...

    Continua a leggere »