mercoledì , 22 novembre 2017
  • AL LAVORO PER UN'EUROPA A 5 STELLE:

    AL LAVORO PER UN'EUROPA A 5 STELLE:

    SE NON CE LA FARANNO SOGNARE
    NOI NON LI FAREMO DORMIRE!

  • UN OBIETTIVO ALL'ORIZZONTE:

    UN OBIETTIVO ALL'ORIZZONTE:

    CAMBIARE IL NOSTRO PAESE
    PER NON CAMBIARE PAESE!

  • MOVIMENTO 5 STELLE:

    MOVIMENTO 5 STELLE:

    UNA COMUNITÀ DI CITTADINI
    PER TUTTI I CITTADINI

  • IL NOSTRO MEDITERRANEO:

    IL NOSTRO MEDITERRANEO:

    NON UN FOSSATO MEDIEVALE
    MA UN PONTE DI CIVILTÀ

  • NO A TECNOCRAZIA E AUSTERITÀ

    NO A TECNOCRAZIA E AUSTERITÀ

    SÌ A DEMOCRAZIA E SOLIDARIETÀ

  • NOI PORTAVOCE M5S:

    NOI PORTAVOCE M5S:

    DALL'EUROPA AI TERRITORI,
    UNA SQUADRA CHE FA RETE

  • LORO NON MOLLERANNO MAI...

    LORO NON MOLLERANNO MAI...

    ...NOI NEMMENO!

  • NOI 17 A BRUXELLES: GRINTA, COERENZA E IMPEGNO.

    NOI 17 A BRUXELLES: GRINTA, COERENZA E IMPEGNO.

    RIPRENDIAMOCI IL SOGNO EUROPEO!

  • LA NOSTRA UNICA GUERRA:

    LA NOSTRA UNICA GUERRA:

    CONTRO POVERTÀ, DISUGUAGLIANZA,
    VIOLENZA E DISCRIMINAZIONE!

  • L'ONESTÀ TORNERÀ DI MODA:

    L'ONESTÀ TORNERÀ DI MODA:

    IN ALTO I CUORI!

  • SVEGLIATI EUROPA!

    SVEGLIATI EUROPA!

    IL MEDITERRANEO NON PUÒ
    PIÙ ESSERE UN CIMITERO!

  • IN PRIMA LINEA PER UN'INFORMAZIONE LIBERA

    IN PRIMA LINEA PER UN'INFORMAZIONE LIBERA

    PER SCELTE RAGIONATE E CONSAPEVOLI

  • CONFRONTO SEMPRE E A QUALUNQUE COSTO...

    CONFRONTO SEMPRE E A QUALUNQUE COSTO...

    ...MAI COMPROMESSI
    A QUALSIASI PREZZO!

novembre, 2015

  • Diritti LGBT negati in Ucraina, tra “visti” e “sviste” di Bruxelles

    LGBT Ucraina

    Ancora una volta mi trovo a tornare sulla questione Ucraina e sui rapporti che l’Unione europea ha deciso di stabilire col discutibile esecutivo di Kiev. Lo faccio questa volta a partire da un fatto politico che getta una luce sinistra sui quei negoziati con Bruxelles che, secondo quanto immaginato dai vertici dell’Unione, avrebbero dovuto portare alla rapida concessione del visto ...

    Continua a leggere »
  • Politics in the UK: luoghi comuni e sorprese d’Oltremanica

    westminster_parlamento-del-reino-unido

    di Andrea Valdambrini, giornalista – Per quanto possa sembrare strano, è a Londra che ho scoperto una dimensione della politica da cui noi italiani abbiamo qualcosa da imparare. Dico che sembra strano perché, in quanto “latini”, guardiamo alla dimensione pubblica anglosassone con un misto di accondiscendenza e superiorità.

    Continua a leggere »
  • AAA Vertice a La Valletta: idee, coraggio e coerenza… cercasi

    Summit valletta

    Altro vertice sui migranti… altro flop. Così devo purtroppo sintetizzare sintetizzare quanto è successo nei giorni scorsi con il tanto atteso summit de La Valletta, che l’11 e il 12 novembre ha visto radunarsi nella capitale maltese oltre 60 tra capi di Stato e di governo, quasi tutti quelli dell’Unione europea da un lato e quelli di molti Paesi africani ...

    Continua a leggere »
  • Il caos libico, il fruscio dei petroldollari e i deboli ruggiti di Léon

    One of the members of the military protecting a demonstration against candidates for a national unity government proposed by U.N. envoy for Libya Bernardino Leon, is pictured in Benghazi, Libya October 23, 2015. REUTERS/Esam Omran Al-Fetori      TPX IMAGES OF THE DAY      - RTS5V4X

    A distanza di qualche mese dall’ultima volta, torno a parlare dell’intricatissima situazione in Libia. Tema che, ovviamente, non può non essere costantemente nei miei pensieri, come europeo e, ancor di più, come italiano, anche pensando al dramma della crisi migratoria (di cui l’Europa continua ad essere colpevole spettatrice più che responsabile attrice). Nella prima occasione in cui ebbi modo di ...

    Continua a leggere »
  • Elezioni in Myanmar: viva la democrazia! Ma governare sarà difficile

    Myanmar-General-Elections

    “La vera misura della giustizia di un sistema è il grado di protezione che esso garantisce ai più deboli”. Queste parole nobili e ispirate sono di Aung San Suu Kyi, premio Nobel per la Pace e leader della Lega Nazionale per la Democrazia (Nld), il partito che ha vinto con ampio margine le elezioni in Myanmar: sembrava quasi un sogno ...

    Continua a leggere »
  • Elezioni in Turchia: tra repressione delle minoranze e miopia dell’UE

    Turchia elezioni

    L’esplosione di bellezza e di poesia del tramonto che incendia i tetti, i minareti e le acque di Istanbul è una di quelle immagini che non dimenticherò mai. Una metropoli antica e moderna unica al mondo, dai tanti nomi e dai mille volti contrastanti, ponte ideale tra due continenti ma, al tempo stesso, solcata dalle cicatrici liquide del Bosforo e ...

    Continua a leggere »

ottobre, 2015

  • Verso la democrazia diretta in Europa: l’ICE tra luci e ombre

    ICE Strasburgo

    L’iniziativa dei cittadini europei è il principale strumento di democrazia diretta concepito a livello dell’Unione ed è stato introdotto dal trattato di Lisbona. Essa permette ai cittadini dell’Unione di presentare alla Commissione un’iniziativa circa una proposta legislativa, in seguito alla raccolta di un milione di firme. La democrazia diretta e gli strumenti che permettono di realizzarla sono un pilastro fondamentale ...

    Continua a leggere »
  • Violenze a Gerusalemme: UE, devi fare la tua parte!

    israele-palestina-bandiera

    Terza intifada o durissima escalation: poco cambia in una realtà fatta di morte e di sangue nelle strade. Una realtà in cui il dialogo e il processo negoziale spariscono dal tavolo, sopraffatti dalla retorica estremista di Hamas da un lato, e dal sionismo di Netanyahu dall’altro, pronto a misure straordinarie, condannate anche da Ban Ki-Moon, contro la popolazione di Gerusalemme ...

    Continua a leggere »
  • Mentre la UE discute, i confini bruciano. Complimenti al Nobel per l’ipocrisia!

    Nell'infografica realizzata da Centimetri la rotta del viaggio dei migranti.ANSA/CENTIMETRI

    Mentre Roma discute, Sagunto brucia. A questo pensavo, accostando la guerra delle frontiere nei Balcani occidentali, il rischio del collasso di Macedonia e Serbia e di Schengen, alle lunghe discussioni e alle insufficienti soluzioni di questi mesi. C’è un fiume di umana disperazione a cui rimangono solo i vestiti e la speranza di sopravvivere alle 100.000 nuove ridistribuzioni a fronte ...

    Continua a leggere »
  • Siria: una guerra per procura e un dramma senza fine

    Siria guerra 1

    Siria 2015: i rapporti di forza in Medio Oriente si misurano sul terreno di questa guerra per procura senza fine. Nessuno è disposto a cedere in quella che ormai è una situazione di stallo, né la Russia che vuole evitare l’ennesimo cambio di regime filo-NATO e mantenere le sue basi nel Mediterraneo, né l’Iran che non vuole perdere il principato ...

    Continua a leggere »