Notizie

#Stragedimigranti

Mentre l’Europa osservava il solito inutile e ipocrita minuto di silenzio, noi portavoce del MoVimento 5 Stelle eravamo in piazza a depositare 700 simboliche barchette di carta, per ricordare ai Governi europei che sulle barche (quelle vere) si muore. Fuori a manifestare insieme a noi c’erano i rappresentanti di diverse ONG che portavano cartelli con scritto “We are not dangerous. ...

Continua a leggere »

Genocidio armeno: conoscere per riconoscere ed essere coscienti

Genocidio. Cento anni fa questa parola non esisteva neanche. Fu coniata da Raphael Lemkin solamente nel 1944. Per questo motivo il popolo armeno scolpì nelle parole Medz Yeghern, “grande male”, il dolore della sua tragedia. Poco importa se furono ottocentomila o più di un milione le vittime. Poco importa se furono più i morti per il freddo, la fame e ...

Continua a leggere »

Interrogazione sulla discarica di Colleferro

Ho presentato alla Commissione Europea un’interrogazione sullo smaltimento dei rifiuti nel Comune di Colleferro insieme ai miei colleghi Piernicola Pedicini, Marco Valli, Eleonora Evi e Dario Tamburrano. Questo il testo: Nel 1992 fu aperto il sito di stoccaggio provvisorio per RSU a Colleferro (RM), trasformato nel 1997 in discarica permanente e dichiarato nel 2005 sito di interesse nazionale emergenza ambientale (SIN) ...

Continua a leggere »

#BringBackOurGirls, un anno dopo

Esattamente un anno fa venivano rapite in Nigeria 276 studentesse dai combattenti estremisti di Boko Haram. Per la loro liberazione si è mobilitato il mondo intero: l’hastag #BringBackOurGirls è stato diffusissimo sui Social. Queste ragazze sono solo il caso più emblematico di una situazione drammatica che si sta vivendo oggi in Nigeria. Le grandi sfide che bisogna fronteggiare si chiamano ...

Continua a leggere »

Il collasso dell’Ucraina e la cattiva coscienza dell’Europa

Carissimi, vi invito tutti a leggere con estrema attenzione questo articolo de Il Fatto Quotidiano sull’attuale catastrofe economica che incombe sull’Ucraina. È un quadro che, purtroppo, corrisponde in modo concretamente agghiacciante alla realtà. La realtà di un’amministrazione da tempo non più in grado di svolgere il proprio ruolo. Di un’economia in ginocchio e sull’orlo del default che si indebita per ...

Continua a leggere »

Io non ho paura: ‪#‎jesuistunisien‬

Tunisi, 07 aprile 2015. Museo Bardo. Qualche mese fa, poco dopo la fine della missione di osservazione elettorale, visitai questo palazzo, un tempo residenza del Bey di Tunisi, oggi una meravigliosa raccolta che testimonia millenni di scambi tra le due rive del Mediterraneo. Fino a poco tempo fa era nota agli appassionati di archeologia per essere la più grande collezione ...

Continua a leggere »

Un esercito europeo? ‪#‎noallaguerra‬

A cosa serve un esercito? Può essere un formidabile strumento per garantire la tenuta di un accordo di pace, oppure per creare un corridoio umanitario. Ma può essere anche un temibile strumento nelle mani di un’autorità politica desiderosa di compiere operazioni militari per interessi economici che, spesso, nulla hanno a che vedere con la tutela dei diritti umani. Proprio per ...

Continua a leggere »

Juncker, la Svizzera e il “G7 degli evasori”

Sono 7.499 i clienti italiani della HSBC, la grande banca londinese nella cui sede di Ginevra molti nostri abbienti connazionali, desiderosi di spostare i propri capitali lontano dagli occhi del fisco italiano, hanno depositato un totale di 7 miliardi e 452 milioni di euro. Nella classifica mondiale della HSBC l’Italia risulta quinta per numero di clienti e settima per quantità ...

Continua a leggere »

Attentato al Bardo‬: sconfiggere la cultura della forza con la forza della cultura

È stato in missione a Panama City, durante una delle tante riunioni di commissione dell’assemblea Eurolat, che ho appreso la notizia dell’attacco terroristico. Tra le vittime anche nostri concittadini italiani. Non potranno più abbracciare i loro cari. Perché le loro vite sono state spezzate da pretesti di violenza assurdi, vuoti e falsi. Solo arida retorica e sete di sangue travestite da religione. ...

Continua a leggere »

Scambio elettorale politico-mafioso: un problema italiano, europeo e latinoamericano

Nel corso della riunione della commissione per gli Affari politici, di Sicurezza e dei diritti umani dell’Asamblea Parlamentaria Euro-Latinoamericana, convocata quest’anno a Panama City, abbiamo discusso -tra le altre cose- del problema del finanziamento dei partiti e dell’influenza e della lotta contro la criminalità organizzata in Europa e in America Latina. Nel mio intervento in spagnolo ho evidenziato il problema dello scambio elettorale politico-mafioso, un ...

Continua a leggere »