domenica , 20 agosto 2017

L’Europa di difesa tedesca non è la nostra Europa

MERKEL - MILITARI

Sono tre gli scenari ipotizzati dalla Commissione europea sul futuro esercito europeo. Ancora una volta si torna a parlare di solidarietà, in questo caso di solidarietà nella difesa, come ha affermato Juncker, ma mi chiedo: quando nel documento di riflessione si sottolinea la centralità dell’assistenza reciproca e della solidarietà, di quale solidarietà si parla? Quella del sedicente paladino europeista Macron, che nega l’accesso ai porti francesi e riporta i migranti a Ventimiglia? Quella di Juncker, che si limita a dare flebili incoraggiamenti all’Italia definendolo un Paese eroico? O forse la solidarietà della Germania di Angela Merkel che, forte del suo pauroso avanzo commerciale, in barba alle regole, schiaccia le economie degli altri Stati membri, grazie a una moneta, l’euro, disegnata su misura per le sue esigenze? Quindi: difesa comune Ue ma cui prodest? Se fosse per tagliare sprechi, colmare lacune tecnologiche, sfruttare economie di scala e avere un mercato della difesa più trasparente, ci sederemmo al tavolo con vivo interesse. Ma, visti i precedenti, più di un sospetto aleggia nell’aria. È evidente che l’occasione appare ghiotta per Berlino, ed è militare, geopolitica e industriale. L’instabilità alle frontiere e l’imprevedibilità degli USA targati Trump sono l’alibi perfetto per giustificare un massiccio riarmo di un paese che se spendesse davvero il 2% del PIL in difesa, in pochi anni diventerebbe la terza potenza militare al mondo. Alla luce di una situazione che appare, dunque, a dir poco delicata e rischiosa, pretendiamo cautela e anche chiarezza. Non vorrei che come al solito, al posto di avere una Germania europea, finissimo per ritrovarci, anche nella difesa, un’Europa tedesca.

Il video dell’intervento di Fabio Massimo Castaldo

Check Also

0_LTM slide ufficiale

Laboratori Territoriali in MoVimento LAB#4

Prosegue la formazione sui Fondi europei. Venerdì 26 maggio si è svolto il quarto appuntamento ...