In evidenza

L’Europa si arma #NoEsercitoEuropeo

L’esercito comune europeo nascerà entro 1 anno? Apparentemente sì, quantomeno un suo primo zoccolo duro. Il piano è in via di definizione: un documento lo conferma. Bastonata dal voto popolare che ha sancito la Brexit, impaurita da un terrorismo che ha dimostrato di non saper combattere efficacemente sul piano della prevenzione, sorda alla disperazione della disoccupazione e delle diseguaglianze crescenti, ...

Continua a leggere »

Prima Juncker e Barroso, adesso Kroes: l’Europa che vogliamo non è quella dei conflitti d’interesse!

Follow the money, segui la traccia dei soldi. E vedrai quante cose si scoprono. Ad esempio che un ex commissario europeo alla concorrenza aveva interessi in una società offshore. Che di questo non aveva informato le istituzioni per cui lavorava – come invece avrebbe dovuto fare secondo le stesse regole europee – né tantomeno i cittadini, verso cui aveva il ...

Continua a leggere »

Il CETA e la resurrezione del TTIP: perchè la battaglia non è ancora finita

TTIP che (forse) va, CETA che viene. Se i negoziati sul trattato di libero scambio Usa-Ue sembrano ormai arenati, si fa avanti il più circoscritto, ma non meno pericoloso, CETA, un accordo che copre gli scambi commerciali tra i Paesi dell’Unione e il Canada. E che può diventare, di fatto, il cavallo di Troia per introdurre in Europa gli stessi ...

Continua a leggere »

Terremoto: attiviamo subito il Fondo di solidarietà dell’UE

Se facciamo una cronistoria degli ultimi decenni, ad ogni scossa importante siamo stati costretti a piangere morti innocenti e ci siamo trovati davanti a città interamente distrutte, nonostante siano state approvate decine di leggi in materia e stanziati interventi per l’equivalente di oltre 140 miliardi di euro negli ultimi 50 anni. Il problema è che il malaffare ha trovato lo ...

Continua a leggere »

L’incubo euro-tedesco di Shauble e la speranza di ripartire dal Mediterraneo

L’Europa vive giorni difficili. La decisione del popolo britannico di lasciare l’Unione – la cosiddetta Brexit -, ha fatto da detonatore a una serie di crisi, da anni rimaste irrisolte, che non si potranno superare se non attraverso un profondo ripensamento dell’Unione europe per come essa è adesso e dei suoi equilibri. Dopo il terremoto, il Ministro delle Finanze tedesco ...

Continua a leggere »

Barroso alla Goldman Sachs senza rinunciare alla pensione d’oro

Quando la realtà supera la fantasia. L’ex presidente della Commissione europea José Manuel Barroso è stato nominato pochi giorni fa presidente e adviser della banca d’affari Goldman Sachs. Barroso ha guidato la Commissione negli anni della crisi dei mutui subprime, a cui la stessa Goldman Sachs ha ampiamente contribuito. Come se non bastasse, oltre il danno (per i cittadini europei), ...

Continua a leggere »

Ora tutto cambia!

Le elezioni di giugno 2016 segnano una svolta epocale. È il cambio di passo del MoVimento 5 Stelle, riconosciuto dai cittadini come una forza di governo affidabile e capace di esprimere candidati validi e competenti. Una cosa su tutte emerge dai dati: l’unica alternativa valida di governo, capace di vincere in maniera netta con un’unica voce e senza imbarcare la ...

Continua a leggere »

Erdogan sempre più a fondo contro i curdi: l’Europa si svegli, se non vuole essere complice

Da anni in Turchia è in atto una guerra strisciante contro il popolo curdo, fatta di discriminazioni, azioni repressive o veri e propri atti di guerra. Quel popolo curdo al quale – se lo consideriamo in prospettiva storica – il cinismo politico delle cancellerie occidentali non ha permesso di raccogliersi in una propria, singola nazione, che sarebbe potuta sorgere dalla ...

Continua a leggere »

#TTIPLeaks: il MoVimento 5 Stelle presenta il TTIP in italiano

Tutti i cittadini devono conoscere le insidie che si nascondono dietro questo Trattato (Partenariato transatlantico per il commercio e gli investimenti), negoziato in gran segreto. Ecco perché i portavoce del Movimento 5 Stelle Europa hanno tradotto in italiano, e messo a disposizione di tutti, le 248 pagine di negoziati fra Europa e Stati Uniti, pubblicati in esclusiva da Greenpeace Olanda. ...

Continua a leggere »

Fermiamo un nuovo genocidio in Burundi

Nell’ultimo anno in Burundi si sono ripetute incredibili violenze che – secondo stime delle Nazioni Unite – hanno provocato finora più di 400 vittime e circa 260.000 profughi in fuga nei Paesi vicini. Se non si troverà a breve una soluzione politica, questi numeri potrebbero crescere entro la fine dell’anno. Ecco perché ho chiesto al Parlamento europeo, insieme al Movimento ...

Continua a leggere »