domenica , 28 maggio 2017

I 7 Punti per l’Europa

Punto 1: Abolizione del Fiscal Compact

Abolizione del fiscal compact

Il Patto di bilancio europeo, anche detto Fiscal compact è un trattato intergovernativo che è stato firmato il 12 marzo 2012 da 25 dei 27 stati membri dell’Unione europea ed entrato in vigore il 1º gennaio 2013. Il patto contiene una serie di regole chiamate “regole d’oro“. Tra queste, quella a pesare maggiormente è l’obbligo per i Paesi con un ...

Continua a leggere »

Punto 2: Adozione degli eurobond

3

Nel contesto della crisi dei debiti sovrani il termine Eurobond è stato utilizzato per indicare l’ipotetica creazione di obbligazioni del debito pubblico dei Paesi facenti parte dell’eurozona (condivisione del debito). All’emissione di Eurobond si oppone fermamente la Germania. Da quando la cancelliera Angela Merkel ha posto il veto, l’idea non è nemmeno stata presa in considerazione. I tedeschi non comprendono ...

Continua a leggere »

Punto 3: Alleanza fra i paesi mediterranei per una politica comune

4

Il MoVimento 5 Stelle propone praticamente un asse politico tra i Paesi mediterranei dell’Unione Europea (Italia, Spagna, Grecia, Cipro e Portogallo) allo scopo di “contrapporsi” alle realtà forti del nord del continente come la Germania. Allearsi in una maxi-cordata rafforzerebbe le nostre giuste pretese nei confronti di Berlino e Bruxelles. Solo con una grande alleanza tra i Paesi in difficoltà dell’Eurozona ...

Continua a leggere »

Punto 4: Investimenti in innovazione e nuove attività produttive esclusi dal limite del 3 per cento annuo di deficit di bilancio

3 per cento

La famigerata “regola del 3%” è entrata a far parte del Trattato di Maastricht nel 1992; nel 1997 è rientrata nel Patto di Stabilità e più tardi è stata riprodotta nel Fiscal Compact che l’Italia ha ratificato. Ormai gran parte dei media italiani e dei politici ci ha abituati a previsioni catastrofiche per l’Unione europea se il vincolo del 3 ...

Continua a leggere »

Punto 5: Finanziamenti per attività agricole e allevamento finalizzati ai consumi nazionali interni

Finanziamenti in attività agricole

In molti hanno accusato il M5S di voler aprire la strada a un regime autarchico in stile fascista. Nulla di più falso. Semplicemente, si propone di destinare risorse comunitarie al finanziamento dei singoli Stati nel comparto agroalimentare affinché ogni singolo Paese possa iniziare ad avviare un processo di auto-valorizzazione delle produzioni nazionali. Il punto è: perchè devo importare l’olio spagnolo ...

Continua a leggere »

Punto 6: Abolizione del pareggio di bilancio

7

Il Pareggio di bilancio è stato inserito nella nostra Carta Costituzionale dal governo Monti, articolo 81. Ciò rappresenta una pura follia, visto che in tal modo qualsiasi investimento in Italia viene contabilizzato come debito del paese. Anche una parte del Pd ha chiesto l’abolizione del pareggio di bilancio. Diversi economisti, tra cui il premio Nobel Paul Krugman hanno fortemente criticato ...

Continua a leggere »

Punto 7: Referendum sull’Euro

1

In molti affermano che il referendum sull’euro (moneta introdotta dal trattato di Maastricht firmato nel 1992) è impossibile poiché l’articolo 75 della Costituzione lo vieta. E’ falso, per chiedere il parere del popolo si può infatti ricorrere ad un “referendum consultivo”. La storia italiana ha già visto un precedente: quello del 1989 quando si chiese al popolo italiano di esprimersi ...

Continua a leggere »