ERMINI, CASTALDO: INDIPENDENZA MAGISTRATURA MINATA, EUROPA REAGISCA

La nomina di Davide Ermini, renziano di ferro e in passato eletto alla Camera con il Partito Democratico, a nuovo vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura è una vergogna che mette a repentaglio l’indipendenza della magistratura stessa.
Ricordiamo tutti il suo sciagurato progetto di riforma delle intercettazioni, da noi bloccato durante la scorsa legislatura. La sospensione della sua tessera del PD è, a nostro avviso, un maquillage insufficiente a garantire una sua piena indipendenza. Lo Stato di diritto è uno dei valori comuni sui quali si fonda l’Unione europea ed è sancito all’articolo 2 del trattato sull’Unione europea.

Se l’Europa è coerente e non ipocrita scenderà in campo sostenendo la legittima richiesta di dimissioni presentata dal Movimento 5 Stelle.

Check Also

Minori stranieri non accompagnati, come tutelarli in Europa?

Ho avuto il piacere di ospitare al Parlamento  europeo, la settimana scorsa, un’importante conferenza dal ...