sabato , 23 giugno 2018

Erdogan in Italia? Accoglienza fuori luogo. Alziamo la testa e difendiamo principi democratici

Nel mio intervento durante la Plenaria di Strasburgo ho denunciato la drammatica violazione dei diritti umani in Siria perpetrata da Erdogan.

Con l’avvio dell’operazione militare “ramoscello di ulivo”, il governo turco ha infatti attaccato il cantone di Afrin nel nord-ovest della vecchia Siria.

Allo stesso tempo, ho sottolineato quanto sia stata a dir poco fuori luogo l’accoglienza che il Governo italiano ha riservato al premier Turco. Siamo sotto ricatto ma come siamo arrivati a questo punto?

Le risposte sono molte e vanno dagli intrecci economici a quelli energetici. Ma il vero asso nella manica di Erdogan è senz’altro quell’accordo illegale sui migranti accettato dall’Unione europea nel marzo 2016, da noi più volte denunciato. Un accordo che va definitivamente chiuso.

È ora di rialzare la testa, per difendere la democrazia, per difendere i nostri principi e per difendere quella coraggiosa società civile che, ancora oggi, vuole avere la voce e vuole avere una rappresentanza democratica.

Check Also

IMG_6313

Armi autonome letali: quando Terminator diventa realtà

“Ero l’uomo giusto al posto giusto al momento giusto”. Queste le parole di Stanislav Petrov, ...