Democrazia e Diritti Umani

Mentre la UE discute, i confini bruciano. Complimenti al Nobel per l’ipocrisia!

Mentre Roma discute, Sagunto brucia. A questo pensavo, accostando la guerra delle frontiere nei Balcani occidentali, il rischio del collasso di Macedonia e Serbia e di Schengen, alle lunghe discussioni e alle insufficienti soluzioni di questi mesi. C’è un fiume di umana disperazione a cui rimangono solo i vestiti e la speranza di sopravvivere alle 100.000 nuove ridistribuzioni a fronte ...

Continua a leggere »

UE-Turchia: sì al dialogo, no al silenzio sui diritti umani

Centinaia di sedi del partito HDP incendiate, decine di persone linciate dalla folla, centinaia di feriti, arresti di esponenti politici, bombardamenti di villaggi civili spacciati da azioni contro Daesh, torture e violenze indicibili: condividiamo anche questo con la Turchia, onorevole Schmidt? Secondo Lei ci saranno elezioni credibili in Turchia, a novembre? Perché questo è il bollettino di una guerra dichiarata ...

Continua a leggere »

I diritti umani negati in Bahrein e la cecità “improvvisa” dell’Italia

Questa donna è Farida, la moglie dell’attivista politico e per i diritti umani e anti-corruzione bahreinita Ebrahim Sharif, incarcerato nuovamente dopo essere stato rilasciato e dopo che il Parlamento europeo si era congratulato, in una risoluzione, sulla sua scarcerazione avvenuta per “grazia reale” il 19 giugno scorso. Nel corso del nostro incontro sono venuto a sapere che l’Italia non ha ...

Continua a leggere »

30 anni e un abbraccio dalla Tunisia: al lavoro anche oggi per un nuovo Mediterraneo

30 anni. Un traguardo speciale che voglio condividere con tutti voi che ogni giorno mi avete scritto per sostenermi, consigliarmi, segnalarmi notizie o situazioni importanti, anche criticarmi in modo costruttivo e positivo, darmi affetto nei momenti più difficili e ancora più slancio in quelli più entusiasmanti. È un percorso lungo e sempre più stimolante: questo perché ho la fortuna di ...

Continua a leggere »

Immigrazione: il trionfo dell’ipocrisia e della speculazione sulla tragedia

Da più di un anno noi portavoce del MoVimento 5 Stelle Europa denunciamo quanto una soluzione europea equa e comune all’emergenza umanitaria dei migranti trovi un ulteriore ostacolo nel fatto che, in molti paesi d’Europa, essa è degradata in un vero e proprio business, con la connivenza o quantomeno la colpevole ignoranza delle istituzioni.

Continua a leggere »

Tratta degli schiavi: oggi si celebra la fine di un abominio

400 anni, 15 milioni di persone coinvolte. Un abominio. Oggi è la giornata internazionale in cui si commemora l’abolizione della tratta degli schiavi. Il 23 agosto si celebra, infatti, il ricordo di quanto accadde nella notte tra il 22 e il 23 agosto 1791, quando a Santo Domingo il generale di colore Toussaint Louvertoure guidò la rivolta che portò alla definitiva abolizione della tratta degli ...

Continua a leggere »

No all’austerità, sì alla democrazia!

Il popolo greco oggi, con una scelta netta e coraggiosa, ha riportato la democrazia in Europa: dopo anni di imposizioni calate dall’alto, di sacrifici insensati imposti ai popoli del Mediterraneo, finalmente è stata restituita la parola ai cittadini! E hanno detto NO. Rilanciando il sogno di un’Europa sociale, più democratica e vicina ai cittadini. Chi, come il PD, prometteva in ...

Continua a leggere »

Immigrazione: cambiamo il Sistema di Dublino

Abbiamo scritto una lettera a Donald Tusk, Presidente del Consiglio europeo, per denunciare l’ipocrisia e la mancanza di solidarietà di questa Europa. I numeri degli sbarchi nel 2015 sono drammatici: oltre 1.750 morti, 103mila persone arrivate via mare, +143% di richiedenti asilo rispetto all’anno precedente. Di questa Europa che fa prevalere gli egoismi nazionali, l’Italia può pure farne a meno. ...

Continua a leggere »

Stop Belo Monte, salviamo gli Indios!

Belo Monte è una grande diga che il governo brasiliano progetta di costruire sul fiume Xingu, in Amazzonia. La dimensione del progetto è tale da minacciare di danneggiare, o distruggere, vaste aree di terra essenziali per la sopravvivenza di numerosi popoli indigeni, tra cui diversi gruppi di Indiani incontattati particolarmente vulnerabili. Se la costruzione della diga dovesse proseguire, migliaia di ...

Continua a leggere »

La crisi dei migranti e il silenzio (assordante) dell’UE

Buongiorno Europa: anche oggi sei puntualmente in ritardo. Da sempre alcune voci, tra le quali quelle del MoVimento 5 Stelle, chiedono disperatamente di passare dalle parole ai fatti, per fermare una catastrofe umanitaria senza precedenti. Un’emorragia di vite che ha portato a più di 25 mila morti dal 1998. Qualche collega europeo mi ricorda che i paesi del Nord Europa ...

Continua a leggere »