Borsa di studio dedicata ad Antonio Megalizzi

Il mese scorso, il 14 dicembre 2018, veniva a mancare Antonio Megalizzi, vittima, insieme al suo amico e collega Barto Pedro Orent-Niedzielski, mancato in seguito alle ferite conseguite due giorni dopo, di un fanatismo sanguinario e inaccettabile. Il loro impegno e il loro entusiasmo non possono e non devono essere dimenticati. Per questo motivo, durante la riunione dell’ufficio di presidenza del Parlamento Europeo, ho proposto l’istituzione di una borsa di studio per i giovani giornalisti europei, finanziata dal Parlamento stesso e intitolata a entrambe le vittime, che al giornalismo e alla passione per la politica europea avevano consacrato la propria vita.


Con questa iniziativa vorremmo consentire ai valori e alla passione di questi ragazzi, quasi miei coetanei, di continuare a camminare sulle gambe di altri giovani giornalisti europei. Confidiamo nell’ampio supporto di tutti i deputati e i gruppi al Parlamento europeo. Con questo piccolo gesto vogliamo essere ancora più vicini alle famiglie delle vittime in questa triste ricorrenza, ribadendo che la ragione e lo stato di diritto in Europa non sono e non saranno mai sconfitti dalla violenza e dall’estremismo. Per vedere il mio discorso clicca qui.

Check Also

Minori stranieri non accompagnati, come tutelarli in Europa?

Ho avuto il piacere di ospitare al Parlamento  europeo, la settimana scorsa, un’importante conferenza dal ...