lunedì , 20 febbraio 2017
  • AL LAVORO PER UN'EUROPA A 5 STELLE:

    AL LAVORO PER UN'EUROPA A 5 STELLE:

    SE NON CE LA FARANNO SOGNARE
    NOI NON LI FAREMO DORMIRE!

  • UN OBIETTIVO ALL'ORIZZONTE:

    UN OBIETTIVO ALL'ORIZZONTE:

    CAMBIARE IL NOSTRO PAESE
    PER NON CAMBIARE PAESE!

  • MOVIMENTO 5 STELLE:

    MOVIMENTO 5 STELLE:

    UNA COMUNITÀ DI CITTADINI
    PER TUTTI I CITTADINI

  • IL NOSTRO MEDITERRANEO:

    IL NOSTRO MEDITERRANEO:

    NON UN FOSSATO MEDIEVALE
    MA UN PONTE DI CIVILTÀ

  • NO A TECNOCRAZIA E AUSTERITÀ

    NO A TECNOCRAZIA E AUSTERITÀ

    SÌ A DEMOCRAZIA E SOLIDARIETÀ

  • NOI PORTAVOCE M5S:

    NOI PORTAVOCE M5S:

    DALL'EUROPA AI TERRITORI,
    UNA SQUADRA CHE FA RETE

  • LORO NON MOLLERANNO MAI...

    LORO NON MOLLERANNO MAI...

    ...NOI NEMMENO!

  • NOI 17 A BRUXELLES: GRINTA, COERENZA E IMPEGNO.

    NOI 17 A BRUXELLES: GRINTA, COERENZA E IMPEGNO.

    RIPRENDIAMOCI IL SOGNO EUROPEO!

  • LA NOSTRA UNICA GUERRA:

    LA NOSTRA UNICA GUERRA:

    CONTRO POVERTÀ, DISUGUAGLIANZA,
    VIOLENZA E DISCRIMINAZIONE!

  • L'ONESTÀ TORNERÀ DI MODA:

    L'ONESTÀ TORNERÀ DI MODA:

    IN ALTO I CUORI!

  • SVEGLIATI EUROPA!

    SVEGLIATI EUROPA!

    IL MEDITERRANEO NON PUÒ
    PIÙ ESSERE UN CIMITERO!

  • IN PRIMA LINEA PER UN'INFORMAZIONE LIBERA

    IN PRIMA LINEA PER UN'INFORMAZIONE LIBERA

    PER SCELTE RAGIONATE E CONSAPEVOLI

  • CONFRONTO SEMPRE E A QUALUNQUE COSTO...

    CONFRONTO SEMPRE E A QUALUNQUE COSTO...

    ...MAI COMPROMESSI
    A QUALSIASI PREZZO!

febbraio, 2017

  • Pedofilia: “Chi fa del male ai piccoli, che sia gettato con una macina al collo nel profondo del mare”

    pedofilia

    Pedofilia: “Chi fa del male ai piccoli, che sia gettato con una macina al collo nel profondo del mare”. Con queste parole, finalmente le parole coraggiose e nette che tutti aspettavamo, Papa Francesco in persona prende posizione su una delle più grandi vergogne della Chiesa: l’aver posto per decenni un velo di omertà sulla pedofilia. Abbiamo conosciuto gli scandali di ...

    Continua a leggere »

gennaio, 2017

  • Il genocidio dimenticato dei Nativi Americani

    nativi

    Il 31 gennaio 1876 un decreto degli Stati Uniti ordinò a tutti i Nativi Americani di trasferirsi nelle riserve, cioè in zone di territorio recintate e controllate dal Governo americano, autorizzando l’esercito a intervenire qualora l’ordine fosse stato disatteso. Non furono pochi i casi di nativi che, non accettando questo decreto, furono massacrati insieme alle proprie famiglie. Dopo che quasi tutte le ...

    Continua a leggere »
  • Dati Eurispes fotografano una realtà drammatica. I governi hanno preferito fingere di non vedere la crisi economica

    Eurispes

    Siamo davanti ad una situazione intollerabile: i dati pubblicati da Eurispes nel ‘Rapporto Italia 2017’ fotografano una realtà drammatica, frutto di politiche scellerate messe in campo dai governi che si sono alternati in questi anni. Governi che hanno preferito fingere di non vedere ciò che, invece, era evidente: un Paese sempre più stretto nella morsa della crisi economica. Dallo studio emerge ...

    Continua a leggere »
  • Il debito odioso come strumento di equità sociale

    Correa_Ecuador_gender_aborto

    Qualche tempo fa un ragazzo della provincia di Avellino mi ha chiesto, inviandomi un messaggio privato su Facebook, cosa fosse il “debito odioso” . Quella domanda mi ha offerto lo spunto per approfondire questa tematica e, soprattutto, le esperienze politiche ad essa connesse. IL DEBITO ODIOSO: IL SUO SIGNIFICATO Il “debito odioso” (o detestabile) è un’espressione con la quale si ...

    Continua a leggere »
  • Fermiamo il genocidio silenzioso in atto in Burundi!

    Burundi

    La catastrofe umanitaria e civile che sta accadendo in Burundi ha un nome e un cognome, quelli del Presidente Pierre Nkurunziza che, violando la Costituzione, si è candidato (vincendo poi le elezioni) per il terzo mandato presidenziale. La situazione dello stato burundese è spaventosa. Ogni volta che la comunità internazionale prova a fare qualche timido passo c’è una risposta colpo ...

    Continua a leggere »
  • “In-Novamuseum-Museums” progetto per sostenere la cooperazione artistica e culturale sui temi arte e cibo

    ariccia

    C’è aria di Europa ad Ariccia. La Città, infatti, ha deciso di patrocinare un progetto, candidato e successivamente premiato, di co-finanziamento nell’ambito del programma comunitario Europa Creativa 2014-2020 – Sottoprogramma Cultura – Progetti di cooperazione di piccola scala. Si tratta del progetto “In-NovaMusEUm-Museums come back to local community through art and food”. Un risultato importante se si considera che su ...

    Continua a leggere »

dicembre, 2016

  • Il lato oscuro della Banca europea per gli investimenti (BEI)

    bei

    La Banca europea per gli investimenti (BEI) è il braccio finanziario di Bruxelles. Il suo giro di denaro è pari al bilancio di un piccolo stato: 77 miliardi e mezzo di euro finanziati nel 2015 destinati a infrastrutture, finanziamenti alle imprese e progetti al fine di produrre posti di lavoro, crescita e innovazione. Tutto questo è ben pubblicizzato sul sito ...

    Continua a leggere »
  • Referendum costituzionale: ha vinto la democrazia!

    4-dicembre

    Quel momento, quell’attimo in cui realizzi che mesi e mesi di eventi e dibattiti nelle piazze d’Italia hanno contribuito a risvegliare le coscienze di un popolo e a far risorgere l’amore di una nazione per la sua Costituzione. Quel momento meraviglioso in cui vedi il fatalismo sconfitto e l’orgoglio rialzare la testa. Noi vogliamo essere forza di Governo. Noi vogliamo ...

    Continua a leggere »
  • Schiavitù: un affronto all’umanità e terzo business illecito più redditizio al mondo

    mauritanea_la_roccaforten_della_schiavitu

    Ci sono statistiche odiose, che fanno male come una frustata sulla pelle e che dovrebbero far vergognare ogni essere umano. Secondo l’Indice Globale della Schiavitù 2016, pubblicato dalla Walk Free Foundation, nel mondo ci sono 45,8 milioni di persone schiavizzate, il 28% in più rispetto ai dati dell’ultimo report. Il concetto stesso di schiavitù rimanda a un mondo arcaico e ...

    Continua a leggere »

ottobre, 2016

  • Western Sahara e UE: silenzi e ipocrisie non cancelleranno la giustizia!

    saharawi-1

    Ci sono crisi internazionali che purtroppo raramente guadagnano grande eco sulle pagine dei giornali, ma non per questo sono meno dolorose per le popolazioni che le subiscono. Questo è senz’altro il caso dal Sahara Occidentale e del suo popolo: i Saharawi. Da quasi quarant’anni il Marocco occupa illegalmente il territorio del Sahara Occidentale, impedendo ai Saharawi di vivere liberamente nelle ...

    Continua a leggere »