domenica , 4 dicembre 2016
Ultime notizie
  • AL LAVORO PER UN'EUROPA A 5 STELLE:

    AL LAVORO PER UN'EUROPA A 5 STELLE:

    SE NON CE LA FARANNO SOGNARE
    NOI NON LI FAREMO DORMIRE!

  • UN OBIETTIVO ALL'ORIZZONTE:

    UN OBIETTIVO ALL'ORIZZONTE:

    CAMBIARE IL NOSTRO PAESE
    PER NON CAMBIARE PAESE!

  • MOVIMENTO 5 STELLE:

    MOVIMENTO 5 STELLE:

    UNA COMUNITÀ DI CITTADINI
    PER TUTTI I CITTADINI

  • IL NOSTRO MEDITERRANEO:

    IL NOSTRO MEDITERRANEO:

    NON UN FOSSATO MEDIEVALE
    MA UN PONTE DI CIVILTÀ

  • NO A TECNOCRAZIA E AUSTERITÀ

    NO A TECNOCRAZIA E AUSTERITÀ

    SÌ A DEMOCRAZIA E SOLIDARIETÀ

  • NOI PORTAVOCE M5S:

    NOI PORTAVOCE M5S:

    DALL'EUROPA AI TERRITORI,
    UNA SQUADRA CHE FA RETE

  • LORO NON MOLLERANNO MAI...

    LORO NON MOLLERANNO MAI...

    ...NOI NEMMENO!

  • NOI 17 A BRUXELLES: GRINTA, COERENZA E IMPEGNO.

    NOI 17 A BRUXELLES: GRINTA, COERENZA E IMPEGNO.

    RIPRENDIAMOCI IL SOGNO EUROPEO!

  • LA NOSTRA UNICA GUERRA:

    LA NOSTRA UNICA GUERRA:

    CONTRO POVERTÀ, DISUGUAGLIANZA,
    VIOLENZA E DISCRIMINAZIONE!

  • L'ONESTÀ TORNERÀ DI MODA:

    L'ONESTÀ TORNERÀ DI MODA:

    IN ALTO I CUORI!

  • SVEGLIATI EUROPA!

    SVEGLIATI EUROPA!

    IL MEDITERRANEO NON PUÒ
    PIÙ ESSERE UN CIMITERO!

  • IN PRIMA LINEA PER UN'INFORMAZIONE LIBERA

    IN PRIMA LINEA PER UN'INFORMAZIONE LIBERA

    PER SCELTE RAGIONATE E CONSAPEVOLI

  • CONFRONTO SEMPRE E A QUALUNQUE COSTO...

    CONFRONTO SEMPRE E A QUALUNQUE COSTO...

    ...MAI COMPROMESSI
    A QUALSIASI PREZZO!

dicembre, 2016

  • Schiavitù: un affronto all’umanità e terzo business illecito più redditizio al mondo

    mauritanea_la_roccaforten_della_schiavitu

    Ci sono statistiche odiose, che fanno male come una frustata sulla pelle e che dovrebbero far vergognare ogni essere umano. Secondo l’Indice Globale della Schiavitù 2016, pubblicato dalla Walk Free Foundation, nel mondo ci sono 45,8 milioni di persone schiavizzate, il 28% in più rispetto ai dati dell’ultimo report. Il concetto stesso di schiavitù rimanda a un mondo arcaico e ...

    Continua a leggere »

ottobre, 2016

  • Western Sahara e UE: silenzi e ipocrisie non cancelleranno la giustizia!

    saharawi-1

    Ci sono crisi internazionali che purtroppo raramente guadagnano grande eco sulle pagine dei giornali, ma non per questo sono meno dolorose per le popolazioni che le subiscono. Questo è senz’altro il caso dal Sahara Occidentale e del suo popolo: i Saharawi. Da quasi quarant’anni il Marocco occupa illegalmente il territorio del Sahara Occidentale, impedendo ai Saharawi di vivere liberamente nelle ...

    Continua a leggere »
  • Sul People Mover avevamo ragione noi del M5S: 21 arresti per corruzione nelle Grandi opere

    people-mover

    Sul “People Mover” di Pisa avevamo ragione noi del MoVimento 5 Stelle! Il collegamento tra la stazione di Pisa e l’aeroporto Galileo Galilei è infatti  è finito nell’indagine sui grandi appalti che ha portato i carabinieri del Comando provinciale di Roma a eseguire misure cautelari in diverse regioni nei confronti di 21 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere, ...

    Continua a leggere »
  • Il gigante CETA e la coraggiosa resistenza della piccola Vallonia

    ceta

    Quello che sta succedendo tra la Vallonia, piccola regione belga con una popolazione di appena 3,6 milioni di abitanti, e il CETA, l’Accordo economico e commerciale globale tra UE e Canada, è un po’ quello che è successo quando Davide ha sfidato Golia. E anche oggi Davide (la piccola ma valorosa Vallonia) ha sconfitto Golia (il CETA). Noi del MoVimento ...

    Continua a leggere »
  • Tornando verso casa…

    fotohome2t1

    A volte gli incastri del caso ci danno molto da pensare. In questa giornata che si sta ormai per concludere, la notizia della triste dipartita del nostro caro Dario Fo si intreccia con la comunicazione, proveniente dalla Svezia, dell’assegnazione del premio Nobel per la letteratura 2016 a un altro grande artista, un altro grande attivista per la pace: Bob Dylan. ...

    Continua a leggere »
  • Mentre l’Europa parla, la Siria brucia

    A man carries a young girl who was injured in a reported barrel-bomb attack by government forces on June 3, 2014 in Kallaseh district in the northern city of Aleppo. Some 2,000 civilians, including more than 500 children, have been killed in regime air strikes on rebel-held areas of Aleppo since January, many of them in barrel bomb attacks. AFP PHOTO / BARAA AL-HALABI        (Photo credit should read BARAA AL-HALABI/AFP/Getty Images)

    Nella sanguinosa scacchiera che è diventata la Siria in questi anni, la conquista di Aleppo rappresenta lo scacco matto che può decidere la partita. E il punto di svolta, paradossalmente, potrebbe arrivare non certo a Ginevra, né tantomeno a New York, Damasco, Washington o Bruxelles, ma sorprendentemente ad Istanbul. Lì, infatti, si incontreranno il 10 ottobre Putin ed Erdogan, per ...

    Continua a leggere »

settembre, 2016

  • Beato il Paese che non ha bisogno di ricercatori eroi

    pon

    Il prossimo 30 Settembre, in più di 250 città europee, si celebrerà la Notte della Ricerca. Sarà certamente una “notte di eroi”, di campioni della scienza, come evoca il sito della Commissione europea dedicato all’evento. Tra di loro, molti eroi italiani. In cosa si esprime l’eroicità dei nostri ricercatori? Forse nello svolgere un’attività di vitale importanza per il progresso di ...

    Continua a leggere »
  • L’Europa si arma #NoEsercitoEuropeo

    esercito-ue

    L’esercito comune europeo nascerà entro 1 anno? Apparentemente sì, quantomeno un suo primo zoccolo duro. Il piano è in via di definizione: un documento lo conferma. Bastonata dal voto popolare che ha sancito la Brexit, impaurita da un terrorismo che ha dimostrato di non saper combattere efficacemente sul piano della prevenzione, sorda alla disperazione della disoccupazione e delle diseguaglianze crescenti, ...

    Continua a leggere »
  • Prima Juncker e Barroso, adesso Kroes: l’Europa che vogliamo non è quella dei conflitti d’interesse!

    kroes

    Follow the money, segui la traccia dei soldi. E vedrai quante cose si scoprono. Ad esempio che un ex commissario europeo alla concorrenza aveva interessi in una società offshore. Che di questo non aveva informato le istituzioni per cui lavorava – come invece avrebbe dovuto fare secondo le stesse regole europee – né tantomeno i cittadini, verso cui aveva il ...

    Continua a leggere »

agosto, 2016

  • Il CETA e la resurrezione del TTIP: perchè la battaglia non è ancora finita

    TTIP

    TTIP che (forse) va, CETA che viene. Se i negoziati sul trattato di libero scambio Usa-Ue sembrano ormai arenati, si fa avanti il più circoscritto, ma non meno pericoloso, CETA, un accordo che copre gli scambi commerciali tra i Paesi dell’Unione e il Canada. E che può diventare, di fatto, il cavallo di Troia per introdurre in Europa gli stessi ...

    Continua a leggere »